Basilea2.it

Guida a Basilea 2
Un'opportunità per le imprese

 

Il Nuovo Accordo di Basilea sul Capitale di Vigilanza delle banche, noto come "Basilea 2", è destinato a modificare profondamente il rapporto banca / impresa.
L'accordo impone infatti alla banca di detenere capitale (costoso) in misura proporzionale al rischio assunto a fronte di ogni finanziamento erogato, rischio calcolato con strumenti oggettivi ed espresso da un indicatore sintetico: il rating.
Questa previsione normativa è destinata ad avere due importanti conseguenze: la prima riguarda i processi di valutazione degli affidamenti bancari. Le banche dovranno abbandonare le metodologie attualmente utilizzate, più o meno largamente fondate su criteri di discrezionalità, per dotarsi di metodologie e strumenti oggettivi per valutare il rischio implicito in ogni affidamento.
La seconda conseguenza è che la valutazione del rischio diverrà lo strumento essenziale nelle decisioni di affidamento e nel pricing delle operazioni stesse.
L'introduzione dell'accordo potrà quindi portare dei benefici alle imprese migliori, mentre quelle maggiormente rischiose saranno penalizzate.
Capire come la banca vede l'impresa, alla luce dei nuovi sistemi di rating, sarà fondamentale per individuare ed adottare le strategie più opportune per accedere al credito bancario a condizioni vantaggiose.
 
Trovi il libro nei negozi Buffetti e nelle migliori librerie. Puoi anche ordinarlo on-line su Egea Bookshop.
Al fine di guidare l'imprenditore o il consulente ad operare le scelte corrette, il libro analizza una serie di argomenti fondamentali per comprendere come l'accordo modificherà (e in parte ha già modificato) l'operatività delle banche ed il rapporto banca / impresa. I principali argomenti oggetto di approfondimento sono i seguenti.
Il contesto. Capire il contesto in cui nasce Basilea 2 è fondamentale per non confondere cause ed effetti di complessi fenomeni concorrenti. Due considerazioni. Primo: il nuovo accordo di Basilea vede la luce in un momento particolarmente delicato di evoluzione del nostro sistema produttivo, in cui le piccole imprese avrebbero bisogno di sostegni importanti, anche finanziari, che le banche difficilmente possono fornire. Secondo: il mutare del rapporto banca impresa, percepito da molte piccole imprese come un forte irrigidimento della controparte, non è esclusivamente e forse neppure principalmente una conseguenza di Basilea 2, i cui effetti complessivi potranno essere valutati solo tra qualche anno, dopo la sua effettiva entrata in vigore, ma è in larga misura frutto delle trasformazioni di enorme portata che da due decenni caratterizzano il settore bancario.
Il contenuto dell'accordo. Conoscere lo schema normativo previsto dal Comitato di Basilea evita di cadere nei tanti errori di chi parla solo per sentito dire...
Il Rating. Significato di "rating". Rating esterni e rating interni. Previsioni dell'accordo rispetto alle metodologie di determinazione del rating. Autonomia degli istituti di credito nella definizione delle procedure di attribuzione del rating.
Profili aziendali oggetto di analisi. Quali sono gli aspetti "oggettivi" di un'impresa che vengono valutati dalla banche in fase di attribuzione del rating? Pur tenendo conto dell'autonomia che ogni istituto mantiene, è evidente che gli aspetti indagati e valutati sono largamente coincidenti e conoscerli è di fondamentale importanza per capire come si è valutati.
Strategie per migliorare. Migliorare il proprio rating si può. Per prima cosa occorre capire quali fattori influenzano il rating attuale, quali sono le criticità che affliggono l'immagine, la valutazione, dell'impresa. Individuate le criticità è spesso facile identificare percorsi di miglioramento più o meno agevoli, più o meno costosi. Ma spesso si tratta di miglioramenti che non sono sterili, non sono fini a se stessi, ma mentre migliorano il profilo di rischio dell'impresa possono spesso migliorare anche la sua performance economica. L'imprenditore deve prendere atto che con Basilea 2 la finanza aziendale deve essere gestita con la stessa attenzione con cui vengono trattate altre aree quali la produzione o il marketing. E la finanza aziendale può divenire una nuova leva competitiva per l'impresa.
Case history. Vengono riportate due storie (vere, anche se i riferimenti sono ovviamente di fantasia) per illustrare alcuni errori abbastanza comuni ma oggi da evitare assolutamente.
Il software di autovalutazione allegato. Per concludere, il libro illustra il funzionamento del software di autovalutazione "e-Bridge Rating Basilea 2" di Buffetti che permette con facilità di misurare il merito creditizio dell'impresa (il rating) e di individuare le criticità dell'impresa.
Al libro è allegato un CD-Rom contenente il software "e-Bridge Rating Basilea 2" di Buffetti con funzionalità limitata: il software è monoutente e consente di gestire un solo rating.